Guida all'installazione di DSL (Damn Small Linux)

Da Linux@P2P Forum Italia.

Questa guida molto semplice è rivolta a chiunque voglia installare sul proprio hard disk Damn Small Linux, distro minimalista e ristretta (la sua iso pesa solo 50mb), ma con tutto il necessario per far "resuscitare" i pc meno recenti che montano poca ram. Requisiti fondamentali per l'installazione sono: la live DSL masterizzata su CD (per scaricarla guardare qui, per avere info su come masterizzare un iso guardare qui) e ovviamente un pc con almeno 16mb di ram (raccomandati 24mb).

Indice

Avvio live

Personalmente consiglio di avviare DSL linux con queste opzioni:

dsl lang=it vga=792 desktop=fluxbox

che vanno inserite nella schermata di boot iniziale. Ovviamente ci sono anche altri parametri da poter inserire, per maggiori info guardare la schermata di avvio.

Preparare il disco per l'installazione

Allora come prima cosa si deve partizionare l'hd e per farlo bisogna :

  1. essere root
  2. fare l'fdisk a mano! (in alternativa, se il nostro hardware ce lo permette, per chi è meno pratico si puo usare tool grafici come QtParted contenuti in varie live come Knoppix, Kanotix ecc).

Per essere root all'inizio nel sistema DSL linux, prima della sua installazione su hd o chiavetta usb bisogna andare su: tasto destro --> Xshells-->root access--> scegliere una delle tre opzioni

Succesivamente compare una shell, da qui digitare il comando:

fdisk -l

Notare con attenzione: la L è minuscola. In alternativa a fdisk si puo usare anche il tool cfdisk, più semplice per chi alle prime armi.

A questo punto ci verrà mostrato quali partizioni sono presenti nel disco, nel mio caso una sda1 da 2GB (ho impostato vmware affinche' mi crei un hd virtuale scsi da 2GB). Più sotto ci dirà anche quale file system è usato nelle varie partizioni; la mia, essendo "vergine", mi risulta senza un filesystem valido, e quindi dovrà essere formattata.

Per formattarla digitiamo il comando:

fdisk /dev/sda

e il cursore si ferma di fianco alla scritta:

Command (m for help):

Ora qui digitiamo m e diamo invio. Comparirà tutta una serie di opzioni che potete usare. Le operazioni che dobbiamo fare sono:

Quinda ora premiamo come opzione:

n (e diamo invio)

con n crei una nuova partizione e lui ci chiederà se la vuoi creare primaria o estesa, digli primaria digitando

p (e dai invio)

ora chiede il numero della partizione

1 (e dai invio)

ora ti chiedera' il primo cilindro da cui partire per creare la partizione

(dai invio quello di default va' benissimo!)

ora ti chiedera' l'ultimo cilindro, quindi in sostanza quanto grossa vuoi fa' la partizione, visto che noi creiamo 1 sola partizione gli diamo tutto lo spazio per lui!

(dai invio quello di default va' benissimo!)

ed ora torniamo alla magica scritta:

Command (m for help): 

Ora abbiamo creato i confini della partizione, manca solo da dargli un file system.

Digitiamo t, ora ti seleziona automaticamente l'unica partizione che c'è, cioè la 1, e inseriamo il codice esadecimale della tipologia di file system che vuoi assegnare alla partizione numero 1, digitiamo L e diamo invio; ecco che ci compare tutte le tipologie di partizioni che possiamo assegnare: scegliamo la 83 cioe' Linux, quindi digitiamo 83 e diamo invio, ritorniamo quindi alla magica scritta:

Command (m for help): 

ora dobbiamo impostare solamente quella partizione come partizione di boot e dare il comando di effettuare le modifiche che gli abbiamo detto sull'hd cioe' in sostanza gli dobbiamo dire di applicare le scelte che abbiamo fatto. Digitiamo allora a, ci chiede quale partizione: scriviamo 1 e digitiamo invio. Ancora la scritta:

Command (m for help): 

ora possiamo dare l'ultimo comando e cioe': w. Dopo un po' l'hd e' pronto .Ora abbiamo la nostra bella sda1 o hda1, secondo i casi, bella che pronta per installarci dentro DSL Linux!

Installazione

Ora tasto destro sul desktop --> apps ---> Tools ---> install to hard drive. Ci compare un'altra shell, qui ci chiederà DOVE vogliamo installare linux e noi gli indichiamo sda1 o hda1, secondo i casi, e diamo invio. Ora ci chiederà se vogliamo un sistema linux multi-utente. Precisiamo una cosa: multiutente significa sia che nel nostro sistema gnu/linux ci possono accedere sia franco, mario, pamela, ognuno con un suo account a parte e sia noi stessi con permessi limitati che con i permessi di root, (visto che stiamo usando GNU/Linux, un sistema nato con sistema multiutente e con almeno 2 utenti, uno root ed uno user), diamo yes a questa domanda. Ricordo che e' comunque molto pericoloso agire sempre come root!!

Diamo y e diamo invio. Ci chiederà se vogliamo ext3 journalized, diciamogli di sì (per approfondimenti sui vari FS andate su wikipedia in inglese/italiano secondo i gusti e lì troverete cos'è ext3 ed ext2). Ora ci avvertirà che questo è l'ultimo momento utile per interrompere l'operazione prima che sda1 o hda1 vengano scritti e quindi vengano persi i dati. Diamo e confermiamo con y e diamo invio. Partirà l'installazione, e dopo un pò ci chiederà se vogliamo installare il boot loader, se non abbiamo particolari motivazioni, diamo y e diamo invio.

Ora ci chiederà QUALE boot loader vogliamo se Lilo o Grub; è indifferente per il normale uso fidatevi alcune distro usano grub altre lilo altre te lo fanno scegliere direttamente a te (insomma mettete quella che vi pare e' sempre e solamente una finestra che vi fà scegliere quale sistema operativo far partire). Scegliamo lilo per esempio, digitiamo l e diamo invio.

Riavvio e configurazione iniziale

Ok ora ha completato tutto e ci chiedere di riavviare, riavviamo togliamo il cd dal lettore (ce lo chiederà se vogliamo espellere il cd, rispondiamo si quindi y). Ora riavviando ci chiederà di immettergli la password di root (mi raccomando e' una password che vi dovete sempre ricordare!). Digitiamola e diamo invio, e ripetiamola per conferma.

Ora ci chiede di settargli la password di un utente che sceglie lui che ha come username: dsl. Diamo pure quest'altra password che e' personale dell'utente dsl.

N.B. Non date per praticità la stessa password di root come password di quest'utente, può essere un pericolo per la sicurezza!

Ora apparirà:

box login:

box e' il nome (hostname) che DSL ha dato al pc, si puo' cambiare in seguito. Logghiamoci come utente e non come root.

Se tutto va bene, siamo nell'interfaccia grafica della nostra mini-linux box

Link utili

Per maggiori informazioni visitare:

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
CollectionTricks
Siti amici
Strumenti