Nome dei dispositivi in GNU/linux

Da Linux@P2P Forum Italia.

Segnali009.png Convenzioni Segnali009.png
All'inizio di ogni comando troverete uno di questi due simboli: $ (dollaro) e # (cancelletto). La presenza di $ indica che il comando può essere eseguito anche come normale utente, mentre il simbolo # indica che il comando che lo segue deve essere eseguito con privilegi di amministratore (root). Da utenti normali è possibile divenire root in questo modo: da terminale, si digiti:
$ su

oppure, su Ubuntu e varianti:

$ sudo su

Verrà richiesta la password di amministratore (su Ubuntu e varianti quella dell'utente): per motivi di sicurezza e riservatezza non verrà mostrata durante la digitazione.

A questo punto (si noti # al posto di $, segno che ora si è root) sarà possibile lanciare il comando:

# comando

NOTA: per Ubuntu e varianti, nel caso si necessiti di eseguire solo pochi comandi, esiste un'alternativa: basta far precedere il comando da eseguire da "sudo", in questo modo:

$ sudo comando

Per altre indicazioni sulle convenzioni della linea di comando vedere "introduzione all'uso della shell"

Uno dei primi ostacoli che si pone dinanzi all'utente newbie è la comprensione in un sistema GNU/Linux del "nome" identificativo assegnato ai propri device (es. hard disk, unità rimovibili usb ecc.). Ogni device è "rappresentato" come un file (in GNU/Linux tutto è un file) sotto la directory /dev.

Indice

Hard Disk

IDE ATA

Il dispositivo si chiamerà

/dev/hdXn

Dove X sta per una lettera minuscola dell'alfabeto, il primo disco rilevato (di solito primary master) sarà hda, il secondo (primary slave se presente) hdb, il terzo hdc, il quarto hdd. Ovviamente a questo discorso partecipano anche le unità ottiche (lettori/masterizzatori CD e DVD) in quanto anch'esse unità ATA (che però non avranno n, in quanto non si hanno partizioni in CD/DVD), per maggiori informazioni vedere la sezione più sotto ad esse dedicata.

Invece n sta per un numero, con partenza da 1, che indicherà il numero identificativo della partizione corrispondente (es. hda1 o hdb2), in base alle partizioni presenti sul disco.

Per aiutarci nell'individuazione delle partizioni possiamo usare il comando fdisk:

# fdisk -l

che produrra un output del genere (nell'esempio è presente un solo disco):

Disk /dev/hda: 203.9 GB, 203928109056 bytes
255 heads, 63 sectors/track, 24792 cylinders
Units = cilindri of 16065 * 512 = 8225280 bytes

Dispositivo Boot      Start         End      Blocks   Id  System
/dev/hda1               1        7182    57688711    7  HPFS/NTFS
/dev/hda2           13710       19126    43512052+  83  Linux
/dev/hda3           19253       24792    44500050   83  Linux
/dev/hda4            7182       13709    52428769    5  Esteso
/dev/hda5            7182       13504    50781433+  83  Linux
/dev/hda6           13504       13709     1647303+  82  Linux swap / Solaris

Partition table entries are not in disk order

SATA

Il dispositivo si chiamerà

/dev/sdXn

Dove X sta per una lettera minuscola dell'alfabeto, il primo disco SATA rilevato sarà sda, il secondo sdb, il terzo sdc, il quarto sdd.

Invece n sta per un numero, con partenza da 1, che indicherà il numero identificativo della partizione corrispondente (es. sda1 o sdb2), in base alle partizioni presenti sul disco.

Per aiutarci nell'individuazione delle partizioni possiamo usare il comando fdisk:

# fdisk -l

che produrrà un output del genere (nell'esempio è presente un solo disco):

Disk /dev/sda: 203.9 GB, 203928109056 bytes
255 heads, 63 sectors/track, 24792 cylinders
Units = cylinders of 16065 * 512 = 8225280 bytes

Device Boot      Start         End      Blocks   Id  System
/dev/sda1   *           1        2611    20972826    7  HPFS/NTFS
/dev/sda2            2612       24791   178160850    f  W95 Ext'd (LBA)
/dev/sda5            2612        5875    26218048+   7  HPFS/NTFS
/dev/sda6            5876        6658     6289416    7  HPFS/NTFS
/dev/sda7            6659       14491    62918541    7  HPFS/NTFS
/dev/sda8           14492       22324    62918541    7  HPFS/NTFS
/dev/sda9           22325       24791    19816146    7  HPFS/NTFS

Memorie rimovibili USB

Le memorie rimovibili USB vengono viste da un sistema GNU/Linux al pari di un disco SATA, quindi pertanto valgono gli stessi concetti.

Solo in caso di un'errata configurazione del kernel, il sistema potrebbe anche rilevarle come

ubXn

Unità Ottiche (lettori/masterizzatori DVD/CD)

Le unità ottiche verranno chiamate come i dischi IDE con l'unica differenza che non avranno il numero di partizione:

/dev/hdX

dove X sta per una lettera minuscola dell'alfabeto, e dipenderà dalla posizione dell'unità nei canali IDE: - se starà su Primary Master sarà

/dev/hda

- se starà su Primary Slave sarà

/dev/hdb

- se starà su Secondary Master sarà

/dev/hdc

- se starà su Secondary Slave sarà

/dev/hdd

Inoltre le unità potrebbero essere identificate anche con:

/dev/cdrom (cdrom1 se già ne esiste uno)
/dev/dvdrom 
/dev/cdrw
/dev/dvdrw

Ma in realtà sono solo link simbolici creati dalle distro per rendere più user-friendly l'identificazione dei device.

Floppy

le unita' floppy(obsolete) se presenti nel sistema vengono viste come fd0

/dev/fd0

Dubbi?

Se non ti è chiaro qualche cosa, prova ad aiutarti con il comando (attenzione il comando non sempre restituisce tutte le unità nel sistema, quindi prendere il risultato con le "pinze"):

$ ls -l /dev/disk/by-id/

L'output ci indicherà

info_varie tipo-marca-modello -> nome_corrispondente

esempio del possibile output (ovviamente riferito alla mia configurazione hardware):

lrwxrwxrwx 1 root root  9 29 mar 13:36 ata-HL-DT-ST_DVDRAM_GSA-4163B_K0D52M24114 -> ../../hdc
lrwxrwxrwx 1 root root  9 29 mar 13:36 ata-Maxtor_6B200P0_B41YJEMH -> ../../hda
lrwxrwxrwx 1 root root 10 29 mar 13:36 ata-Maxtor_6B200P0_B41YJEMH-part1 -> ../../hda1
lrwxrwxrwx 1 root root 10 29 mar 13:36 ata-Maxtor_6B200P0_B41YJEMH-part2 -> ../../hda2
lrwxrwxrwx 1 root root 10 29 mar 13:36 ata-Maxtor_6B200P0_B41YJEMH-part3 -> ../../hda3
lrwxrwxrwx 1 root root 10 29 mar 13:36 ata-Maxtor_6B200P0_B41YJEMH-part4 -> ../../hda4
lrwxrwxrwx 1 root root 10 29 mar 13:36 ata-Maxtor_6B200P0_B41YJEMH-part5 -> ../../hda5
lrwxrwxrwx 1 root root 10 29 mar 13:36 ata-Maxtor_6B200P0_B41YJEMH-part6 -> ../../hda6

I dischi in GRUB

Per capire come i dischi vengono "chiamati" dal bootloader GRUB vi rimandiamo alla sua guida.

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
CollectionTricks
Siti amici
Strumenti